Facebook

Festival del documentario d’Abruzzo quarta edizione 2010

By in Festival del Documentario | 0 comments

Share On GoogleShare On FacebookShare On Twitter

Tutti i vincitori della quarta edizione del Festival del documentario d’Abruzzo – Premio Internazionale Emilio Lopez 2010 



pescara, 21 – 22 – 23 – 24 – 25 giugno 2010
Auditorium Petruzzi via delle Caserme 22 – PESCARA

 

   Regolamento     Scheda d’iscrizione
   Regulation     Entry form

 

La scadenza per la presentazione dei lavori era lunedì 22 marzo 2010
Consultate anche
il sito del Festival
www.abruzzodocfest.org
la pagina Facebook

Logo in .JPG – Logo in .GIF – Logo in .TIF – Foto di E. Lopez in .Jpg – Spot


Emilio LOPEZ  – Programma  – Aggregazione proiezioni per aree tematiche 
Programma “orizzontale”  – Manifesto in .jpg –  Invito  – Giuria  – Richiesta di accredito stampa 
Cartella stampa  – Info e sistemazioni 


Il sito cinemaitaliano.info ospita una intera pagina sul festival con link a trailer ed info sui singoli film in concorso


video da TG 6  

altro video

STAFF

Presidente Chiara Manni festival@abruzzodocfest.org

Direzione Artistica Massimo Facecchia, Antonio Stella direzione@abruzzodocfest.org

Direzione Organizzativa Ana Russo festival@abruzzodocfest.org

Segreteria di Direzione Roberta Marinelli segreteria_direz@abruzzodocfest.org

 

Segreteria Organizzativa Matteo Cornacchia, Daniela Giammarino segreteria@abruzzodocfest.org

Ufficio Stampa Pierluigi Farnese, Jenny Pacini comunicazione@abruzzodocfest.org Muni Cytron press@abruzzodocfest.org


Programmazione e Regia serata finale Anna Paolini Collaborazioni Brigida D’Antimi, Caterina Piccirilli, Carmela Presenza

Volontari Rosanna Contento, Ilaria Verratti

4.a edizione
Giugno 2010

Lunedì 21, Martedì 22, Mercoledì 23, Giovedì 24, Venerdì 25 dalle ore 20.30 (Premiazioni)


Auditorium Petruzzi
via delle Caserme 22 ) 085 451 15 62

Giunto alla sua quarta edizione, il Festival è uno dei pochi in Italia dedicato esclusivamente al genere documentario e nell’edizione 2010 si presenta in una veste ulteriormente rinnovata e arricchita rispetto alle precedenti e con un cartellone ricco di appuntamenti.

La manifestazione si propone di valorizzare e promuovere la diffusione, la conoscenza e la fruizione del cinema documentario sia italiano che internazionale, offrendo un’occasione per riflettere sulla contemporaneità attraverso una serie di punti di vista differenti che arricchiscano e mettano in discussione il proprio sguardo personale.

Quest’anno la manifestazione ha ottenuto il  Premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica con Medaglia.

Realizzata dall’A.C.M.A. – Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese, con la collaborazione del Museo delle Genti d’Abruzzo, l’edizione 2010 del Festival è patrocinata da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali; UNESCO Italia; Abruzzo Film Commission; Regione Abruzzo; Provincia di Pescara; Comune di Pescara; Università degli studi G. D’Annunzio Chieti – Pescara; APT Abruzzo Promozione Turismo.

Il Festival sarà articolato in cinque sezioni – quattro competitive ed una fuori concorso – e vedrà complessivamente in concorso trentatre documentari, provenienti oltre che dall’Italia, anche da Stati Uniti, Francia, Belgio, Etiopia, Spagna ed Israele

Tra le opere presentate, alcuni tra i migliori documentari italiani dell’ultimo anno. Due Giurie tecniche – una internazionale presieduta da Mimmo Calopresti e una abruzzese presieduta da Dino Viani – assegneranno il Premio Emilio Lopez ai migliori documentari nell’ultima serata del Festival.

Il Premio per la carriera della quarta edizione del Festival del documentario sarà conferito al maestro Franco Piavoli, regista di teatro, documentari, lungometraggi e cortometraggi.

Il Festival – dedicato alla memoria di Emilio Lopez, regista e montatore di numerosi documentari, tra i quali diversi dedicati all’Abruzzo – è organizzato dall’ACMA, associazione culturale senza scopo di lucro fondata nel 2000 che ha, tra le sue finalità, quelle di diffondere la cultura cinematografica ed audiovisiva


I VINCITORI DEL 4° FESTIVAL DEL DOCUMENTARIO D’ABRUZZO

♦ Abruzzo DOC
Premio Emilio Lopez come miglior documentario a
INTO THE BLUE di Emiliano Dante e Marco Lombardi (Italia, 2009, HD (DVD + DIGIBETA), colore, 76′)
“Per esser riuscito a raccontare la tragedia del terremoto senza cadere nello sterile documentarismo ma restituendoci il dolore della popolazione e dell’autore stesso in una dimensione immaginaria di notevole valore”.

Menzione Speciale a
NON TACERE Don Roberto e la Scuola 725 di Fabio Grimaldi (Italia, 2007, HDV – Pal, colore, 57′)

“Per la ricostruzione della memoria attraverso un sapiente intreccio di fonti audiovisive d’epoca e di interviste dei protagonisti diretti. Per il valore testimoniale dagli alti significati politici delle vicende delle baraccopoli dell’Acquedotto Felice e della scuola 725 di Don Roberto Sardelli”.
♦ Visti da vicino
Premio Emilio Lopez come miglior documentario a
NÌGURI di Antonio Martino (Italia, 2009, MiniDV, colore/b+n, 47′)
“Per la completezza e la grande umanità che conferisce forza al racconto di tutte le voci, contrapposte, sul tema dell’emigrazione in un paese calabro, accompagnato dalla buona qualità delle immagini, della narrazione e della regia”.

Menzione Speciale a
MY FUTURE / YODEFITU di Lieven Corthouts (Belgio/Etipia, 2009, colore, 50′)
“Per aver saputo raccontare la quotidianità di una ragazza etiope in uno dei momenti più importanti della sua vita: l’attesa di un possibile futuro. La messa in scena non condiziona l’autenticità dei personaggi, riuscendo al contempo a creare una forte e crescente tensione narrativa, insieme a una attenta cura delle immagini”.
♦ Sperimentario
Premio Emilio Lopez come miglior documentario a
A NORD EST di Luca Scivoletto e Milo Adami
(Italia, 2010, DV Pal, colore/b+n, 44′)
“Per aver molto ben illustrato due mondi in collisione: un’intensa e poetica identità del passato dei luoghi e delle persone sconfitta da un presente asettico e geometrico. Da sottolineare l’uso importante e raffinato della musica”.

♦ Panorama italiano
Premio Emilio Lopez come miglior documentario a
+ o – IL SESSO CONFUSO, RACCONTI DI MONDI NELL’ERA AIDS di Andrea Adriatico e Giulio Maria Corbelli (Italia, 2010, DV, colore, 93’)
“Sorprendenti le vite degli altri, la capacità di reagire con forza alle condizioni di vita che cambiano e la difficoltà di comunicazione”.
Assegnato dalla Giuria Popolare
Menzione speciale della Direzione Artistica a
ALISYA NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE di Simone Amendola (Italia, 2009, DV, colore, 38′)
“Per aver intuito la necessità e l’urgenza del tema, per averlo rappresentato con efficace realismo e per aver saputo raccontare con delicatezza le difficoltà del vivere quotidiano dei protagonisti”.

Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica a
SOPRALLUOGHI PER UN FILM SU UN POLIZIOTTO UCCISO” di Roberto Greco
“Per aver voluto raccontare la storia di un servitore dello Stato dai meriti professionali e umani fuori dal comune. Per averlo fatto nella consapevolezza di fissare un dovere di memoria in un ritratto dalle tinte forti e vivaci in una Palermo sempre sospesa tra ricordo e oblio”.

Premio per la carriera a
FRANCO PIAVOLI
“Per il complesso della sua opera e per la capacità di rappresentare la società contemporanea attraverso i ‘volti della realtà’ tracciando negli anni un percorso di coerenza e di stile oggi raro, ma più che mai attuale e necessario”.


Lungometraggi e cortometraggi documentari


LUNEDÌ 21>


MARTEDÌ 22>


MERCOLEDÌ 23>


GIOVEDÌ 24>


VENERDÌ 25>
ore 18,30 Caffè Letterario
## Presentazione del libro “L’officina del reale”  di Mario Balsamo e Gianfranco Pannone
interverranno gli autori
ore 20,30 LA MAGLIETTA ROSSA di Mimmo Calopresti, 50′
Per la finale di Coppa Devis tra Italia e Cile nel 1976, Adriano Panatta indossò una maglietta rossa e convinse il suo compagno Paolo Bertolucci a fare altrettanto. Nel Cile di Pinochet il gesto aveva un significato più provocatorio che politico.

a seguire
PROCLAMAZIONE DEI DOCUMENTARI VINCITORI
E ASSEGNAZIONE DEL PREMIO EMILIO LOPEZ PER LA CARRIERA 2010
al termine
UN PAESE TRA LE FIAMME di Dino Viani, 55′
Il 25 febbraio 1799 un picchetto di soldati francesi al comando del Gen. Luigi Couthard, mosse verso Fara violandone i confini. All’interno dello schieramento avversario di soldati pronti a combattere, un uomo con la barba bianca e una spada in mano.


legenda
ABRUZZO DOC/SPERIMENTARIO/VISTI DA VICINO
PANORAMA ITALIANO/FUORI CONCORSO e PERSONALE DI FRANCO PIAVOLI


PERSONALE DI FRANCO PIAVOLI
DOMENICA SERA (Italia, 1962, 8mm, col., 12′)
Sceneggiatura, regia, fotografia, montaggio e suono: Franco Piavoli.
Interpreti: non professionisti.
Distribuzione: zefirofilm

Premio FEDIC al Festival di Montecatini
 
EMIGRANTI (Italia, 1963, 8mm, BN, 12′)
Sceneggiatura, regia, fotografia, montaggio e suono: Franco Piavoli.
Interpreti: non professionisti.
Distribuzione: zefirofilm

Premio FEDIC al Festival di Montecatini
Premio UNICA al Festival Internazionale del Cinema d’Amatore di Copenhagen
 
EVASI (Italia, 1964, 8mm, BN, 12′)
Sceneggiatura, regia, fotografia, montaggio e suono: Franco Piavoli.
Interpreti: non professionisti.
Distribuzione: zefirofilm


Premio FEDIC al Festival di Montecatinii
 
AFFETTUOSA PRESENZA (Italia, 2004, DV, col., 65’)
Sceneggiatura, regìa, fotografia: Franco Piavoli
Assistente alla regìa: Neria Poli
Editing: Mario Piavoli
Voce: Mario Artioli
Interpreti: Umberto Bellintani, Marino Bellintani, Alessandro Parronchi.
Produzione: Zefirofilm in collaborazione con il Comitato Premio Bellintani e con il Comune di Mantova.
Distribuzione: zefirofilm
 
LO ZEBU’ E LA STELLA (Italia, 2007, col., 20)
Regia di Franco e Mario Piavoli.
Distribuzione: zefiro film

OMAGGIO A CORSO SALANI

MIRNA (Italia, 2009, Beta Digital PAL, colore, 75′)
Mirna è Magalí Lopez
la voce di Monica è di Anita Kravos
suono: Marianna Bacci
musiche: Marcadores Nuevos
sceneggiatura e montaggio: Corso Salani e Vanessa Picciarelli
fotografia: Corso Salani
Produttore: Gregorio Paonessa, Elda Guidinetti, Andres Pfaeffli e da Corso Salani

IL PRESENTE PROGRAMMA PUÒ ESSERE SOGGETTO A VARIAZIONI SENZA PREAVVISO
Aggregazione delle proiezioni per aree tematiche. Segnalazioni

SCUOLA
Lunedì 21 giugno ore 19.15

NON TACERE Don Roberto e la scuola 725 di Fabio Grimaldi, Blue Film s.r.l., Italia, HDV – Pal, 57’, colore/b+n, 2007, italiano

Martedì 22 giugno ore 22.30

PER CHI SUONA LA CAMPANELLA di Alessandro Di Gregorio e Emiliano Sacchetti, prod. Wilder, Italia, HD, 83’, 2009, colore, italiano

TERREMOTO
Lunedì 21 giugno ore 10.00

RIPRENDIAMOCI di Francesco Paolucci, Prod. Associazione “Genitore si diventa” onlus, Italia, MiniDV, 30’, 2009, colore, italiano

Martedì 22 giugno ore 11.00

YES WE CAMP di Alberto Puliafito, IK Prod., Italia, HDV, 92’, 2010, colore, italiano

Mercoledì 23 giugno ore 22.45

INTO THE BLUE di Emiliano Dante e Marco Lombardi, Grillo Film/ Edoardo Caroccia, Italia, HD (DVD + DIGIBETA), colore, 76’, 2009, italiano sott.inglese

OMOSESSUALITA’
Lunedì 21 giugno ore 23.45

FIERES D’ETRE PUTE di Irene Dionisio, Fluxlab Produzioni., Italia/Francia, fullHD, 32’, 2010, colore, italiano/francese sott. italiano.

Martedì 22 giugno ore 16.30

YASHU E PREM di Chiara Chianese e Ivan Corbucci, prod. Filo d’erba, Italia, DV Pal, 25’, colore, 2010, italiano…

Martedì 22 giugno ore 21.15

LA BOCCA DEL LUPO di Pietro Marcello, prod. Indigo Film, L’Avventurosa Film.In coll. con Rai Cinema, Babe Films, Italia, 35 mm., 76’, colore, 2009, italiano

Giovedì 24 giugno ore 17.45

L’AMORE E BASTA di Stefano Consiglio, prod. Lucky Red, Italia, 35mm Col, 75’, 2009, italiano, francese, tedesco, spagnolo sott. inglese

ROM
Lunedì 21 giugno ore 10.30

ROMANIPEN: GYPSY IDENTITY di Ima Garmendia e  Kike del Olmo, Autoprod, 53’, colore, 2007, inglese/rumeno/ ceco, sott.inglese

Martedì 22 giugno ore 23.45

EUROPA 0 KM – UNIUNEA EUROPEANĂ 0 KM di Silvia Luzi e Luca Bellino, prod. Suttvuess, Italia, DVCam, colore, 30’, 2010, italiano/romanì sott. italiano

MIGRANTI
Lunedì 21 giugno ore 17.30

LEONARDO di Paolo De Falco, Grad Zero e Teca del Mediterraneo, HDV, colore, 73’, 2008, italiano

Mercoledì 23 giugno ore 17.45

NÌGURI di Antonio Martino, prod. Martino / Videoinflussi,  Italia,Mini Dv, colore+b/n, 47’2009, italiano/inglese/francese sott. Italiano

Mercoledì 23 giugno ore 10.30

THE WALL di Ricardo Martinez, USA, MiniDV, 76’, colore, 2009, inglese

Giovedì 24 giugno ore 20.30

VALENTINA POSTIKA IN ATTESA DI PARTIRE di Caterina Carone, prod. Caterina Carone/Enrica Gatto, Italia, MiniDV, colore, 73’, 2009, italiano/…

Giovedì 24 giugno ore 22.00

SOGNAVO LE NUVOLE COLORATE di Mario Balsamo, prod. TPF Telemaco, Italia, DVCam, colore/b+n, 63’, 2008, italiano/albanese, sott. Inglese

CARCERE
Martedì 22 giugno ore 18.30

L’ORA D’AMORE (THE LOVE HOUR)  di Andrea Appetito e Christian Carmosino, Prod. Andrea Appetito, Prod.Christian Carmosino e Dicospe-Università Roma Tre, Italia, italiano sott. Inglese, HDCam (HDV), colore,  52’, 2008

Mercoledì 21 giugno ore 17.15

PALINSESTI DAL CARCERE (PALIMPSESTS FROM PRISON) di Gabriele Raimondi, prod. Ass.Wunder K, Italia, pal sd, 2009, 22’, colore/b+n, italiano

CINEMA
Lunedì 21 giugno ore 21.15

NEGLI OCCHI di Daniele Anzellotti e Francesco Del Grosso, Prod. Vega’s Project, Italia, HD, 73’, colore, 2009, italiano/francese sott. italiano

Martedì 22 giugno ore 19.30

L’UOMO DALLA BOCCA STORTA di Emanuele Salce e Andrea Pergolari,  prod. Baires Film, Italia, Beta SP PAL, 57’, 2009, colre/b+n, italiano


ALTRE TEMATICHE

Lunedì 21 giugno ore 16.30

GRAN SASSO. LA MONTAGNA CHE UNISCE di Stefano Ardito, prod. Gran Sasso teramano S.p.a, Italia, DVD, 60’, colore, 2009, italiano

 Il documentario, presentato da Mario Tozzi, offre uno spettacolare viaggio in tutti gli aspetti di questa straordinaria montagna. Le vette, le pareti di roccia e i sentieri sono protagonisti della prima parte del documentario.

Martedì 22 giugno ore 17.00

L’ISOLA DEI SORDOBIMBI (DEAFKIDSLAND) di Stefano Cattini, Pro. Doruntina Film e Giusi Santoro, Italia, DV, colore, 80’, 2009, italiano

Santa Croce è un’antica villa che sorge austera nella campagna modenese, che a settembre, quando le scuole riaprono, si trasforma in un luogo di apprendimento che accoglie circa 150 bambini dai 3 ai 10 anni. Venti di loro sono sordi. Sono arrivati senza suoni, senza parole formate.

Mercoledì 23 giugno ore 18.00

HE (HELIUM) di Giuseppe Schettino, Independent Film Center “Filmart”. Serbia,   DvCam, 8’, 2008, colore,  serbo sott. italiano

 I giovani e la guerra, i giovani e l’amore. I giovani che non possono scappare, ma che, se anche potessero, non saprebbero dove andare. I giovani e il loro incerto quanto inquieto cammino verso il futuro.

Mercoledì 23 giugno ore 18.40

+ O – IL SESSO CONFUSO, RACCONTI DI MONDI NELL’ERA AIDS di Andrea Adriatico e Giulio Maria Corbelli, Prod. Cinemare, Italia, DV, colore, 93’, 2010, italiano

Storie legate alla pandemia più spaventosa del nostro tempo.

Giovedì 24 giugno ore 23.30

IL PIONIERE DEL WIRELESS Guglielmo Marconi 1874-1937 di Enza Negroni, Prod. da POPCult in collaborazione con: Regione Emilia-Romagna – Fondazione Guglielmo Marconi – Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Italia, HD, colore, 52’, 2009, italiano

 Il pioniere del wireless narra la vita del grande inventore Guglielmo Marconi. Giorgio Comaschi, narratore e “testimone oculare” di un’esistenza straordinaria, riconsegna alla memoria collettiva l’importanza delle sue scoperte che oggi ci permettono di usufruire di cellulari, telecomandi, telepass, tecnologia satellitare.

Venerdì 25 giugno ore 20.30

LA MAGLIETTA ROSSA di Mimmo Calopresti,  Italia, 2009, 50’, con Adriano Panatta.

Per la finale di Coppa Davis tra Italia e Cile, nel 1976, Adriano Panatta indossò una maglietta rossa, e convinse il suo compagno Paolo Bertolucci a fare altrettanto. Nel Cile del generale Pinochet il gesto aveva un suo significato. Più provocatorio che politico, forse.
Proiezioni in Anteprima ed Incontri con i Registi

Lunedì 21

NON TACERE Don Roberto e la Scuola 725 di Fabio Grimaldi, 57′
 incontro con il regista, un Sociologo e Carla Di Santo Panzino assessore del Comune di Pescara

Lunedì 21> ore 21,20 NEGLI OCCHI di Daniele Anzellotti e Francesco Del Grosso, 73′

Nastro d’Argento 2010 per il Miglior documentario sul cinema.

 PRIMA ASSOLUTA REGIONALE – incontro con i registi

Martedì 22> ore 19,30 L’UOMO DALLA BOCCA STORTA di Emanuele Salce e Andrea Pergolari, 57′
Menzione Speciale Nastro d’Argento 2010 per il documentario sul cinema.

 PRIMA ASSOLUTA REGIONALE – incontro con i registi

Martedì 22> ore 21,20 LA BOCCA DEL LUPO di Pietro Marcello, 68′

Premio Migliore Film Torino 27, Caligari-Preis e Teddy Awards a Berlino 2010, Premio David di Donatello 2010 per il Miglior documentario, Nastro d’Argento 2010 per il Miglior documentario.

 PRIMA ASSOLUTA REGIONALE – incontro con il regista

Mercoledì 23> ore 18,40 + o – IL SESSO CONFUSO, RACCONTI DI MONDI NELL’ERA AIDS di Andrea Adriatico e Giulio Maria Corbelli, 93′

 PRIMA ASSOLUTA REGIONALE – incontro con i registi

Mercoledì 23> ore 21,20 SOPRALLUOGHI PER UN FILM SU UN POLIZIOTTO UCCISO di Roberto Greco e Valeria Siragusa, 80′

 PRIMA ASSOLUTA – incontro con i registi

Giovedì 24> ore 19 TUTTE LE BARCHE A TERRA di Chiara Idrusa Scrimieri, 63′

 incontro con la regista

Giovedì 24> ore 20,30 VALENTINA POSTIKA IN ATTESA DI PARTIRE di Caterina Carone, 73′

Miglior documentario al 27mo Torino Film Festival

 incontro con la regista e con un mediatore culturale

Giovedì 24> ore 22 SOGNAVO LE NUVOLE COLORATE di Mario Balsamo, Italia, 63′

 incontro con il regista

Giovedì 24> ore 23,30 IL PIONIERE DEL WIRELESS Guglielmo Marconi 1874-1937 di Enza Negroni, 52′
 incontro con la regista

Presentazione libro

Venerdì 25> ore 18,30 Caffè Letterario

 Presentazione del libro “L’officina del reale”  di Mario Balsamo e Gianfranco Pannone

interverranno gli autori

Il Festival del documentario d’Abruzzo – Premio Internazionale Emilio Lopez, uno dei pochi in Italia dedicato esclusivamente al genere documentario, ha come scopo principale quello di favorire la conoscenza e la fruizione del cinema documentario sia italiano che internazionale e nel contempo fornire, in un panorama cinematografico eterogeneo e variegato, una ulteriore chiave di lettura attraverso stili, tecniche e linguaggi diversi che stimolino ed incoraggino opere future.

Il Festival, giunto quest’anno alla quarta edizione, replica l’esperienza dello scorso anno nella forma e nei contenuti. Accanto alla sezione dedicata all’Abruzzo e agli autori e registi di questa regione, se ne sono affiancate delle altre, ognuna delle quali, senza abbandonare la specificità di “analisi del reale” che ne sta alla base, si apre al mondo e alle nuove forme che il documentario va assumendo in questi ultimi i anni.

Fin dagli inizi il documentario è stato caratterizzato da una spiccata vocazione sperimentale e questo ricercare e testare nuove forme espressive ci ha dato l’idea per proporre una sezione dedicata esclusivamente al linguaggio sperimentale, che renda compiutamente lo stato delle cose e ci indichi la direzione che questa forma di cinema sta prendendo.

Oltre a ciò si è voluto creare uno spazio privilegiato, un laboratorio, un luogo in cui non solo si vedono film, ma si discute sul presente e a proposito del futuro, la sezione Panorama italiano che presenta i documentari italiani più interessanti della stagione, quelli che descrivono e interpretano situazioni sociali alle quali l’autore si approccia in modo originale e creativo.

Ancora una sezione internazionale a tema che vuole offrire l’opportunità ai registi provenienti da ogni parte del mondo, di misurarsi con questo tipo di cinema attraverso opere capaci di documentare i momenti significativi della variegata vita sociale e culturale del proprio paese.

La tematica di questa quarta edizione ha come titolo: “IL MURO”: la diversità come necessità della vita, come dato ineluttabile, come valore e ricchezza per lo scambio e la crescita umana oltre il muro delle intolleranze di ogni tipo.

Una sezione monografica dedicata alle opere di Franco Piavoli ed Emilio Lopez che segue un’interpretazione del cinema documentario come registrazione, testimonianza e nel contempo come segno di un’espressività personale.

Anche quest’anno abbiamo avuto vita difficile, non essendo stati sostenuti da nessuna istituzione, ma il riscontro positivo e la fiducia che oltre cento autori ci hanno accordato inviandoci i loro lavori, ci ha dato il coraggio per raggiungere questo traguardo che solo qualche tempo fa ci sembrava insperato.

Edizione dopo edizione il Festival del documentario d’Abruzzo – Premio Internazionale Emilio Lopez è diventato un appuntamento nazionale importante, un luogo di incontro e di confronto tra quanti come noi hanno imparato ad apprezzare questa meravigliosa forma di linguaggio artistico.

Sono pervenuti, a questa edizione, 91 documentari così suddivisi

– sezione competitiva “Abruzzo Doc”: 29,

– sezione competitiva Panorama italiano 29,

– sezione competitiva internazionale  Sperimentario 18,

– sezione competitiva internazionale Visti da vicino 15.

Paesi di provenienza oltre l’Italia:  Irlanda, Spagna, Germania, Canada, U.S.A., Israele, Etiopia, Francia

Il Festival del documentario d’Abruzzo 2010 è articolato in quattro sezioni:

♦ Abruzzo DOC
sezione dedicata ai documentari che si occupano di tematiche legate al territorio abruzzese e/o realizzati da registi nati o residenti nella regione.
RIPRENDIAMOCI
di Francesco Paolucci (Italia, 2009, Mini DV, colore, 30′)
YES WE CAMP
di Alberto Puliafito (Italia, 2010, HDV, colore, 92′)
INTO THE BLUE
di Emiliano Dante e Marco Lombardi (Italia, 2009, HD (DVD + DIGIBETA), colore, 76′)
NON TACERE Don Roberto e la Scuola 725
di Fabio Grimaldi (Italia, 2007, HDV – Pal, colore, 57′)
PER CHI SUONA LA CAMPANELLA
di Alessandro Di Gregorio e Emiliano Sacchetti (Italia, 2009, HD, colore, 83′)
DIARIO DI UN CURATO DI MONTAGNA
di Stefano Saverioni (Italia, 2009, DVcam, colore, 58′)
GRAN SASSO. LA MONTAGNA CHE UNISCE
di Stefano Ardito (Italia, 2009, DVD, colore, 60′)

♦ Visti da vicino

sezione dedicata ai documentari internazionali per dare spazio a quegli autori e registi internazionali che documentano, indagano e interpretano momenti significativi della variegata vita sociale e culturale dei paesi di tutto il mondo, seguendo un tema assegnato di anno in anno.

Il tema di questa edizione è “Il muro”: la diversità come necessità della vita, come dato ineluttabile, come valore e ricchezza per lo scambio e la crescita umana, oltre il muro delle intolleranze di ogni tipo.

THE WALL
di Ricardo Martinez (U.S.A., 2009, Mini DV, colore, 76′)

L’ORA D’AMORE di Andrea Appetito e Christian Carmosino (Italia, 2008, HD Cam HDV, colore, 52′)

IDA’S DANCE CLUB (HAMOADON SHEL IDA)
di Dalit Kimor (Israele, 2009, beta, colore, 59′)

L’AMORE E BASTA
di Stefano Consiglio (Italia, 2009, 35mm, colore, 75′)

NÌGURI
di Antonio Martino (Italia, 2009, MiniDV, colore/b+n, 47′)

ALISYA NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE
di Simone Amendola (Italia, 2009, DV, colore, 38′)

FIERES D’ETRE PUTE
di Irene Dionisio (Italia/Francia, 2010, Full HD, colore, 32′)

L’ISOLA DEI SORDOBIMBI
di Stefano Cattini (Italia, 2009, DV, colore, 80′)

MY FUTURE / YODEFITU
di Lieven Corthouts (Belgio/Etipia, 2009, colore, 50′)

LEONARDO
di Paolo De Falco (Italia, 2008, HDV, colore, 73′)

ROMANIPEN: GYPSY IDENTITY
di Ima Garmendia e Kike del Olmo (Spagna, 2007, colore, 53′)

♦ Sperimentario

La sezione che ospita i documentari di nuovissima realizzazione dedicati allo sperimentalismo del cinema documentario.

Dedicata allo sperimentalismo nel cinema – alla ricerca di sempre nuove regole del gioco – che contribuisce all’estensione delle possibilità sensoriali, linguistiche e tecniche.
VOCI MIGRANTI
di Giada Malatesta (Italia, 2010, DV, colore, 6′)

A NORD EST di Luca Scivoletto e Milo Adami
(Italia, 2010, DV Pal, colore/b+n, 44′)

LADYFILMINE
di Giulia Vallicelli (Italia, 2010, Super 8+Mini DV, colore/b+n, 30′)

PALINSESTI DAL CARCERE
di Gabriele Raimondi (Italia, 2009, Pal sd, colore/b+n, 22′)
YASHU E PREM
di Chiara Chianese e Ivan Corbucci (Italia, 2010, Dv Pal, colore, 25′)

♦ Panorama italiano

presenta i documentari italiani più interessanti della stagione, presentati dagli stessi autori e giudicati dal pubblico in sala.

LA BOCCA DEL LUPO di Pietro Marcello (Italia, 2009, Digital Beta, colore, 68′)

NEGLI OCCHI di Daniele Anzellotti e Francesco Del Grosso (Italia, 2009, HD, colore, 73′)

TUTTE LE BARCHE A TERRA
di Chiara Idrusa Scrimieri (Italia, 2009, DV, colore, 63′)

VALENTINA POSTIKA IN ATTESA DI PARTIRE
di Caterina Carone (Italia, 2009, Mini DV, col./b+n, 73′)

SOPRALLUOGHI PER UN FILM SU UN POLIZIOTTO UCCISO
di Roberto Greco e Valeria Siragusa (Italia, 2009, DV, colore, 80′)

+ o – IL SESSO CONFUSO, RACCONTI DI MONDI NELL’ERA AIDS
di Andrea Adriatico e Giulio Maria Corbelli (Italia, 2010, DV, colore, 93’)

CILENTO – STORIE DI PANE E DI GRANO
di Piero Cannizzaro (Italia, 2009, colore, 28′)

IL PIONIERE DEL WIRELESS Guglielmo Marconi 1874-1937
di Enza Negroni (Italia, 2009, HD, colore, 52′)
EUROPA 0 KM – UNIUNEA EUROPEANĂ 0 KM
di Silvia Luzi e Luca Bellino (Italia, 2010, DVcam, colore, 20′)

a cui si aggiungono gli “Eventi speciali”:

Sono due le giurie tecniche che assegneranno il Premio Emilio Lopez ai migliori documentari nell’ultima serata del Festival: una Internazionale ed una Abruzzese.

Membri delle Giurie saranno grandi personaggi ed esperti del settore.

La Giuria Internazionale sarà presieduta da Mimmo Calopresti, regista di film e documentari nonché sceneggiatore e attore, e sarà composta anche da Mario Balsamo, regista e documentarista che ha collaborato a trasmissioni Rai e da Hèléne Trigueros, documentarista francese.

La Giuria Abruzzese, presieduta da Dino Viani – documentarista che ha da sempre lavorato sull’Abruzzo ma ha girato anche in Argentina, privilegiando l’indagine antropologica e quella sociopolitica – sarà costituita da Simona Troilo, storica, Docente presso l’università di Padova e da Daniele Baldacci definito tra i direttori fotografici più innovativi del cinema italiano, qualità confermate anche dalla collaborazione all’ultimo film di Franco Battiato “Musikanten”.

L’ACMA – Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese è un’associazione culturale senza scopo di lucro fondata nel 2000 che ha, tra le sue finalità quelle di diffondere la cultura cinematografica ed audiovisiva, di favorire – ampliandola – la fruizione delle molte attività multimediali esistenti nel territorio e di promuoverne di nuove. Si prefigge, inoltre, di avviare attività produttive cinematografiche e audiovisive di soggetto abruzzese.


Emilio LOPEZ è nato a Roma il 23 agosto 1945 ed è scomparso nell’Aprile 2006.

Ha lavorato come montatore di numerosi documentari tra i quali:

12 Documentari “Yes Australia” – regia Gianfranco Bernabei
“Il respiro della valle” – regia Roberto Serrai ed i documentari “ Le fiabe del legno e della pietra” – regia Alfredo Franco
Per  RAI UNO, con la regia di Gianfranco Bernabei:

Documentari della serie “Capitan Cook” e documentari della serie “Acquario fantastico”
Per la TV Svizzera Italiana

Documentari della serie “Mar rosso” con Enzo Maiorca e 12 puntate della serie “Quinto Continente” di Gianfranco Bernabei; documentario “Storia del Cinema Italiano” di Carlo Lizzani
Ha realizzato alcuni documentari tra i quali:

“La Foresta Sacra” realizzato da Adriano Mazzi con la regia di Alfredo Franco ed Emilio Lopez, 2000; “Lungo il corso del Pescara”, 2005; “Dalla Maiella all’Adriatico”, 2005 e “Le sorgenti del Pescara”, 2005.

La “forma documentario” nella sua semplice complessità si pone come racconto/ testimonianza delle forze che animano le culture del mondo contemporaneo, come mezzo di riflessione e di approfondimento della realtà. A partire dall’ osservazione del reale, il documentario ha spesso la capacità di reinventare e trasfigurare in modo narrativo per essere non solo réportage o mera registrazione di dati oggettivi, ma ricostruzione della realtà attraverso uno sguardo personale che non esclude il ricorso all’ibridazione dei generi.
Il documentario rappresenta quella parte del cinema che trova nell’analisi e nella lettura della realtà il senso primo dell’esistenza, un cinema che come ben sappiamo nel nostro paese è in gran parte ignorato. Riconoscimenti e soprattutto distribuzione delle opere realizzate nel corso del tempo sono assolutamente sacrificati ed è proprio da questo punto che si vuole partire con il promuovere e realizzare un Festival, uno dei pochissimi in Italia e unico nella nostra regione, dedicato esclusivamente al genere documentario. Un Festival che dia spazio adeguato, avvicini ed educhi il pubblico a questa forma di linguaggio cinematografico offrendo anche l’opportunità di conoscere quanto accade in casa e nel resto del mondo.
Il nostro progetto parte da una precisa volontà d’individuare un punto che convogli ed accomuni attraverso l’opportunità di osservare ed indagare le realtà in maniera diretta, volto a valorizzare le attività documentaristiche e nel contempo ad offrire l’occasione ad autori e registi di misurarsi con opere capaci di documentare, indagare, interpretare la cultura, le sensibilità, le emozioni, le diversità e le tradizioni di un paese.
Il Festival si propone di valorizzare e promuovere la diffusione, la conoscenza e la fruizione del cinema documentario sia italiano che internazionale, si vuole offrire un’occasione per ragionare sulla contemporaneità attraverso una serie di punti di vista differenti che arricchiscano e mettano in discussione il nostro sguardo.
Oltre al concorso nazionale ed internazionale, il festival accoglierà anche la rassegna di documentari che sono stati girati in Abruzzo e hanno tratto ispirazione dalla natura, dal dialetto e dalla cultura di questo territorio o anche opera di registi nati nella nostra regione o ivi residenti.
Il Festival è ideato ed organizzato dall’ACMA – Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese – www.webacma.it che da qualche anno custodiva questo progetto. Oggi grazie alla collaborazione ed al sostegno di molti è stata possibile la sua realizzazione.

Se hai tempo per accrescere la tua cultura
se hai passione per il Cinema documentario
puoi collaborare come volontario/a con il Festival
http://www.webacma.it La complessa macchina organizzativa ha bisogno di nuove risorse e di nuove energie che affianchino i pochi responsabili che reggono attualmente la realtà del Festival. Cerchiamo Volontari desiderosi di acquisire le conoscenze per poter apprezzare e organizzare un evento culturale a 360 gradi.

OGGI HAI TEMPO E PASSIONE DA REGALARE ?

DOMANI POTRESTI AVERE ESPERIENZA DA VENDERE


clicca per ingrandire
Al Festival del documentario d’Abruzzo per studenti e giovani appassionati c’è l’opportunità di effettuare periodi di collaborazione e tirocinio formativo a titolo gratuito.

I partecipanti avranno l’occasione di conoscere, dall’ interno, com’è organizzato e come funziona un festival cinematografico, partecipando all’organizzazione della IVa edizione della manifestazione, che si terrà dal 21 al 25 giugno 2010.
A seconda del periodo e del settore di inserimento, verranno sperimentati ruoli e responsabilità specifiche, anche nella prospettiva di una possibile collaborazione più ampia e duratura nel futuro.

Qualunque  collaborazione è a titolo di volontariato perché l’ACMA è un’associazione culturale senza scopo di lucro, ma farà in modo che sia un importante periodo di crescita personale e professionale.

Come partecipare: tutti gli interessati possono spedire via e-mail un curriculum vitae o una breve lettera di presentazione


17 giugno 2010 – Conferenza Stampa – da sinistra a destra:

Chiara MANNI, Presidente dell’Associazione ACMA
Carla Di SANTO PANZINO, Assessore Volontariato, Solidarietà al Comune di Pescara
Massimo FACECCHIA, Direttore artistico Festival del documentario d’Abruzzo
Antonio STELLA, Direttore artistico Festival del documentario d’Abruzzo

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *