Facebook

Festival 2015

By in Festival Mediterraneo della Laicità | 0 comments

Share On GoogleShare On FacebookShare On Twitter

#LaicitàCinema 2015
Rassegna cinematografica nell’ambito del Festival Mediterraneo della Laicita’
Il Festival Mediterraneo della Laicità (www.laicofestival.it) è organizzato dalla Associazione Itinerari Laici (www.itinerarilaici.it)

#LaicitàCinema Rassegna

PREANNUNCIA LA TUA PARTECIPAZIONE INVITA i tuoi amici di Fb
www.facebook.com/events/974911225883654/

8° Festival PESCARA Aurum 13 – 14 – 15 novembre 2015   LAICITA’ E COSMOPOLITISMO

L’Associazione A.C.M.A. è stata chiamata a collaborare alla ottava edizione del Festival Mediterraneo della Laicita’ che si terrà a Pescara, presso l’Aurum, nei giorni 13 – 14 – 15 novembre 2015.

L’A.C.M.A. cura il settore “Cinema” che  vedrà tre appuntamenti presso la libreria la Feltrinelli nei giorni lunedì 26 ottobre, lunedì 2 novembre e lunedì 9 novembre, con inizio alle ore 17.30.

Sito dell’Associazione: www.itinerarilaici.it Sito del Festival: www.laicofestival.it

Pagina    Festival-Mediterraneo-della-Laicità


lunedì 26 ottobre 2015 presso la libreria la Feltrinelli di Pescara con inizio alle ore 17.30

NOMOS di Andrea Gadaleta Caldarola, 29’, 2012

“Nomos” è un documentario ed un progetto di ricerca ispirato al testo “Homo sacer. Il potere sovrano e la vita nuda” di Giorgio Agamben. Seguendo un percorso che da Aristotele e il mondo classico Agamben giunge sino a tempi recenti con Hanna Arendt e Michel Foucault, Agamben analizza il concetto di vita e di sacro, proponendone l’applicazione in ambito politico dove, a partire dall’età moderna “la vita naturale comincia a essere inclusa nei meccanismi e nei calcoli del potere statuale e la politica si trasforma in bio-politica”. Protagonista del libro è la nuda vita dell’homo sacer.

Soltanto superando una dimensione politica che non conosce altro valore che la vita, sarà possibile alle democrazie moderne andare oltre le tragiche tentazioni di nazismo, fascismo e, in generale, dei regimi totalitari).Il documentario indaga la “forma campo” ” nelle  le sue declinazioni moderne: da uno delle più grandi baraccopoli  africane, al campo profughi di Karuma (tra  Kenia e  Sudan) fino ad un piccolo villaggio recintato nella metropoli di Nairobi. Miglior documentario  e premio Kino al Mediterraneo Film Festival 2012.

 Andrea Gadaleta Caldarola è regista, direttore della fotografia, reporter, cameraman, editor e animatore grafico. Si è laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna nel 2005, e ha conseguito il Master in Multimedia Content Design a Firenze col Massimo dei voti nel 2007. Ha esperienze di docenza di animazione grafica e post-produzione in corsi Adobe. Ha esperienza triennale in studio di produzione video a Roma. Ha realizzato reportage indipendenti e per la RAI, video musicali, ha lavorato per televisioni italiane ed estere (Presa Diretta, Agenda nel Mondo, SF Schweizer Fernsehen), ha collaborato a numerosi documentari internazionali. E’ direttore della fotografia e autore della serie TV “Wazi?” in progress, prodotta a Nairobi da Cultural Video Foundation. “Recinti” doc. 2011, “Nomos” doc. 2012, “destination de dieu” doc. 2014.

Nomos locandina
Nomos
Andrea Gadaleta Caldarola
articolo
Nomos trailer

 

 

 

 

 


lunedì 2 novembre 2015 presso la libreria la Feltrinelli di Pescara con inizio alle ore 17.30
NÌGURI di Antonio Martino47’, 2009
Il microcosmo di un piccolo villaggio calabrese di Sant’Anna “invaso dai Nìguri” (Neri in dialetto calabrese) dove ha sede uno dei più grandi campi d’accoglienza d’Europa, riflette quello che succede nel macrocosmo d’Italia: paura delle diversità, diffidenza e il dubbio se e come accogliere tutta questa gente disperata che raggiunge le nostre coste. La gente di Calabria solitamente definita emigrante, accetta mal volentieri la convivenza con i nuovi forestieri che attendono a lungo, e spesso invano, un documento per poter vivere in Italia...

Antonio Martino, calabrese,  giovane regista indipendente realizza da anni film documentari sul rapporto complesso tra uomo e ambiente. Gira nel 2005 Gara de Nord_copii pe strada con il solo apporto di una piccola telecamera palmare vivendo con i bambini delle fogne di Bucarest. Vincitore del Premio Ilaria alpi 2007 Nel 2007 gira  Pancevo_mrtav grad che riceve la Menzione Speciale di Legambiente al Festival Internazionale Cinemabiente di Torino, il premio come miglior documentario all’Imola film festival 2007, e la Menzione Speciale al Visioni Italiane Film Festival 2008. Antonio Martino ha collaborato inoltre con vari network internazionali come l’ ARD deutch Television, 3SAT, e con SG film, New York, per la quale gira in Libia il documentario Talking with Colonel Queddaffi Antonio Martino nel settembre del 2007 viene premiato dal presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano per l’alto valore educativo e sociale dei suoi film. Tra le sue opere: Be Water, My Friend 2009; Macauba. Appunti di lotte e di energia 2011; Quello che Resta 2014.

Nìguri locandina 

Nìguri trailer 

Nìguri 

Antonio Martino 

 

Antonio Martino 


Lunedì 9 novembre 2015 presso la libreria la Feltrinelli di Pescara con inizio alle ore 17.30

Il MONDO DI NERMINA di Vittoria Fiumi, 54′, 2014

Durante la guerra in Bosnia gli abitanti di un villaggio mussulmano vengono in gran parte deportati o uccisi. I sopravvissuti fuggono all’estero e solo tre famiglie decidono molti anni dopo di tornare.
Una di queste è la famiglia di Nermina, madre di tre figli fra cui due ragazze adolescenti, Almedina e Melisa. Riusciranno a ricostruire la loro esistenza nella terra natale?

Vittoria Fiumi é una regista e produttrice laureata in Antropologia Visuale all’Università di Manchester (UK). Ha lavorato come produttrice e regista di documentari per alcune OnG impegnate in progetti in India, Africa dell’Est e Yugoslavia. Ha prodotto e diretto due cortometraggi documentari: Peaceful Place (Human Rights FF, Bologna, Los Angeles, Sarajevo 2006) e All of a Sudden it was Dark (IDFA Docs for Sale 2009, Doc under 30). Il mondo di Nermina presentato a Visions du Rèel a Nyon nel 2014, é stato finalista al Premio Solinas e ha vinto il Premio Corso Salani al Festival di Trieste. Una co-produzione italiana, svizzera e tedesca, é stato finanziato dalla Cineteca di Bologna, Film für Eine Welt (CH) and Baden-Württemberg Filmförderung (DE). Nel 2014 Vittoria é stata selezionata come regista emergente alla Filmmaker Academy del Festival di Locarno e con il suo nuovo progetto 3 Volte Me ha recentemente ottenuto la prestigiosa Nipkow fellowship.

Il mondo di Nermina locandina
Il mondo di Nermina
Vittoria Fiumi
Articolo
note di regia
Il mondo di Nermina sito web
  Trailer
Trailer
Vittoria Fiumi
Intervista a Vittoria Fiumi
Il mondo di Nermina trailer

Programma generale Festival della Laicità
Programma Laicità Cinema
Programma per sala Feltrinelli
scudetto doppio logo
Verso il festival, Cinema. Cartolina
Laicità 8

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *